La professionalità Universo Gold si esprime anche attraverso risposte qualificate alle più comuni e frequenti domande sul settore antincendio. Aggiornato costantemente è la fonte più affidabile sulle domande specifiche per il settore antincendio. Da oggi le puoi anche commentare, condividere e richiedere approfondimenti ulteriori.

Sarebbe possibile specificare il concetto della norma UNI EN 11473-1 in base ai requisiti richiesti per la manutenzione e l'installazione delle compartimentazioni non classificate come tagliafuoco?


La norma 11473-1 regolamenta:


Porte e finestre apribili resistenti al fuoco e/o per il controllo della dispersione di fumo
-
Parte 1: Requisiti per l’erogazione del servizio di posa in opera e manutenzione.
Descrive i requisiti per la erogazione del servizio di posa in opera e manutenzione periodica delle porte e finestre apribili resistenti al fuoco e/o per il controllo della dispersione di fumo, la cui prestazione è stata provata inizialmente secondo la UNI EN 1634 (varie parti), oppure la UNI 9723 oppure la Circolare 91/1961. Si applica alle porte resistenti al fuoco purché identificate come tali tramite targhetta o tramite documenti esistenti, primariamente il “progetto di prevenzione incendi approvato da VVF”. Si applica alle porte resistenti al fuoco poste sulle vie di fuga

Invece la futura (è attualmente in inchiesta pubblica)


UNI11473-2


Porte e finestre apribili resistenti al fuoco e/o per il controllo della dispersione di fumo
-
Parte 2: Requisiti per la qualificazione del servizio di posa in opera e manutenzione.
Descrive i requisiti per la qualificazione del servizio di posa in opera e manutenzione periodica delle porte e finestre apribili resistenti al fuoco e/o per il controllo della dispersione di fumo.
La qualificazione del servizio è intesa come qualificazione delle risorse (umane, strumentali, ecc) che concorrono alla fornitura del servizio e qualificazione delle procedure operative seguite dall’organizzazione.


In pratica
- mentre la parte 1 entra nei contenuti tecnici/operativi delle attività
- la parte 2 entra nel merito di conoscenze e abilità